Nella legge 107/2015, la cosiddetta ‘Buona Scuola’, al fine di attuare modalità di apprendimento flessibili che colleghino sistematicamente  la formazione in aula con l’esperienza pratica, per un modello di scuola non più basata sulle sole conoscenze ma anche sulle competenze,  sono previste un certo numero di ore di alternanza scuola-lavoro per gli studenti del triennio.
Per raggiungere questi obiettivi verranno attivati:
  • interventi in aula di esperti, per fissare le competenze di base, tecniche e trasversali;
  • esperienze in imprese pubbliche, private, del terzo settore e no profitper applicare le conoscenze acquisite;
  • visite aziendaliper osservare le imprese in azione;
  • creazione di aziende reali e simulate;
  • percorsi pomeridiani di avvicinamento al mondo del lavoro.

Alternanza scuola-lavoroa.s. 2018-2019

Referente: prof.ssa Silvia Alzino mail: alternanza@majoranatorino.it

Liceo: martedì 9,10-12,05   venerdì: 10,15 – 12,05

Tecnico: lunedì:11 – 12   venerdì: 9 – 9,55

Tutors scolastici

Classi Liceo:

  • 3A Prof.ssa MARTINI
  • 3B Prof.ssa MINCOTTI
  • 3C Prof. PAOLELLA
  • 3D Prof. NAVONE
  • 3As Prof.ssa TARASCO
  • 3Bs Prof. NEPOTE
  • 3Cs Prof.ssa GALLOTTI

Classi Tecnico:

  • 3A Prof.ssa LOFORTE
  • 3B Prof. GENOINO
  • 3C Prof.ssa ALZINO

LINEE GUIDA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ISTITUTO MAJORANA

Sula base delle Raccomandazioni emanate dal Consiglio Europeo il 22 maggio 2018 relative alle competenze chiave per l’apprendimento permanente, della legge 107/2015 che introduce l’obbligatorietà di percorsi in alternanza scuola-lavoro, del Parere autonomo espresso dal Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione in materia di “Alternanza Scuola Lavoro”, l’Istituto Majorana intende attuare percorsi di qualità, in cui “sapere” e “saper fare” si alternano costantemente, come parti imprescindibili di un apprendimento autentico

L’istituto offre agli studenti del Majorana tre tipi di percorsi:

Progetti d’istituto: sono progetti inseriti nel PTOF e aggiornati ogni anno; i ragazzi vi aderiscono volontariamente e sono svolti prevalentemente in orario pomeridiano.

La commissione alternanza indica il numero ore ai fini ASL(se il progetto ha una ricaduta solo parziale) o se invece le ore sono da conteggiare in base alle effettive presenze.

Progetti di classe: sono progetti attuati dall’intera classe sulla base della progettazione e approvazione del consiglio di classe.

Attività di tirocinio: sono svolti sia durante l’anno scolastico che al termine delle lezioni.

L’Istituto Majorana crede nella valenza formativa di quest’ultimo percorso e pertanto richiede che gli studenti del liceo svolgano almeno due attività in tirocinio e tre quelli della sezione tecnica, in posti/settori diversi.

I percorsi sono proposti dalla scuola e solo in casi particolari dagli studenti; in quest’ultima ipotesi non possono essere stipulate convenzioni con enti ospitanti che abbiano come oggetto sociale attività commerciali o di vendita al pubblico.

Le attività proposte dagli studenti verranno conteggiate per un massimo di 20 ore.

Tutor e legali rappresentanti non devono essere legati allo studente da rapporti di parentela entro il terzo grado o di affinità entro il secondo.

Lo studente deve svolgere ore in alternanza in tutti gli anni del triennio, in quanto l’attività ASL deve essere intesa come uno strumento di sviluppo di conoscenze e capacità, la cui azione permette di attivare e facilitare il processo di scelta formativo/professionale dello studente.

Il tutor scolastico, docente del consiglio di classe, aiuta lo studente ad individuare i percorsi idonei, predispone i documenti ,registra le ore svolte, mantiene i contatti con il tutor esterno, relaziona al consiglio di classe su attività e valutazione conseguita.

A norma di legge tutte le attività potranno essere conteggiate solo se lo studente ha svolto il 75% del monte ore previsto

Ai fini dell’Alternanza si riconoscono:

Certificazione ECDL: 15 ore

Certificazione lingua straniera B1 e B2: 15 ore

Certificazione lingua straniera C1 e C2: 20 ore

Progetti inseriti nel PTOF a.s. 2018/19

  • Stage Math: massimo 24 ore

  • Soggiorno di alternanza nel Regno Unito: massimo 40 ore

  • Rete Wedebate/Majo speaking corner; massimo 30 ore

  • LPM – Liceo Potenziato in matematica: ore in base alla presenza

  • Digital Mate Training: massimo 60 ore

  • Gare Matematiche: massimo 20 ore

  • Aula sul mare: massimo 20 ore

  • Coro della scuola “Major voices: 2 ore per evento

  • Impresa in Azione: ore in base alla presenza

Qualora dovessero essere attivati ulteriori progetti, la commissione si riserva la facoltà di valutare il numero di ore anche a percorso concluso.

Con delibera del 30/10/2018 il Collegio Docenti ha stabilito che nessun progetto possa superare il 30% del monte ore complessivo previsto dalla normativa.

Alternanza scuola lavoro per gli studenti che frequentano ESPERIENZE DI STUDIO O FORMAZIONE ALL’ESTERO

Per gli studenti che frequentano periodi all’estero il Collegio Docenti decide di fissare un monte-ore di Alternanza Scuola Lavoro pari a: 

Intero anno scolastico: 30% monte ore obbligatorio

Semestre: 15% monte ore obbligatorio

Trimestre:5% monte ore obbligatorio

Alternanza scuola lavoro per gli studenti – atleti

Se gli studenti – atleti ricadono nella classificazione “di alto livello” stabilita dal MIUR nei “Chiarimenti di marzo 2017” verranno riconosciute ore ASL sulla base del progetto formativo personalizzato, redatto tra consiglio di classe ed ente che segue il percorso sportivo dell’atleta.

Studenti che ripetono l’anno (Chiarimenti marzo 2017)

Con riferimento alla normativa vigente (O.M. n. 90 del 21/05/2001 e D.P.R. n.122/2009 e successive modifiche e integrazioni), uno studente che ripete l’anno è tenuto a svolgere di nuovo l’intero percorso di alternanza scuola lavoro poiché, come previsto dalla legge 107/2015, si tratta di attività ordinamentale che coinvolge l’intero curricolo e, quindi, segue la programmazione annuale delle attività stabilite dal Consiglio di classe. Pur tuttavia, l’acquisizione di certificazioni che hanno una riconosciuta validità permanente o pluriennale, come, ad esempio, la formazione di base o specifica sulla salute e sicurezza in ambienti di lavoro, sono riconosciute entro i limiti previsti dalle rispettive norme di riferimento.