In occasione dell’evento Maj Music edizione 2018-19 svoltosi alla Cascina Roccafranca riportiamo l’articolo scritto dal Prof. Savio.

Questa sera nei locali della Cascina Roccafranca in via Edoardo Rubino 45, si è svolta la kermesse musicale preparata dai ragazzi della scuola in cui insegno.
Come prof di religione all’Istituto Ettore Majorana di Torino sono venuto in contatto con questa realtà grazie proprio agli stessi studenti che, due anni fa, mi invitarono a questa serata trasmettendo tutto il loro entusiasmo per l’attività svolta assieme a due carissimi colleghi.

Qualche giorno fa, ho domandato ad uno di loro, il prof. Andrea Macchia, anche lui insegnante di religione, di raccontarmi come fosse nato questo progetto. Lascio quindi a lui la parola.
Il progetto MajMusic nasce quattro anni fa presso l’Istituto Majorana di Torino da un’idea del prof. Andrea Verza, musicista affermato e insegnante di sostegno presso l’Istituto stesso.
In modo, forse imprevisto, le adesioni degli studenti alla proposta di portare il linguaggio musicale in un Istituto dedito soprattutto alla Matematica, al Diritto, alla Fisica e all’ Economia aumentano e a partire dall’a.s. 16-17 il progetto si struttura coinvolgendo studenti della sez. Tecnica, studenti della sez.Scientifica ed ex alunni.
Al termine dello stesso anno si svolge il primo concerto di chiusura alla Cascina Roccafranca, il Maj RockaFranca Talent, momento di esibizione, ma anche di festa.
Il Dirigente Scolastico, ing. Silvia Petricci, crede molto nel valore educativo, culturale e inclusivo di questa attività e con un importante investimento economico fornisce agli studenti che partecipano al progetto la possibilità di usufruire di una notevole strumentazione.
Nel dicembre del 2017 alcuni studenti partecipano al concorso fra scuole della Provincia “RockOnTest” vincendo il secondo premio; al termine dell’a.s. ha luogo la seconda edizione del Maj Rockafranca Talent.
Nel dicembre del 2018 di nuovo un terzo posto al concorso “RockOnTest”. Il 16 marzo del 2019 alcuni ragazzi suonano al convegno SIEM sul ruolo dell’educazione Musicale nelle scuole.
Il 7 giugno siamo pronti per la terza edizione del Maj Rockafranca Talent.
In effetti, i ragazzi che sono saliti sul palco questa sera si sono preparati con grande impegno. I presentatori sono stati un gruppo della 4A del tecnico. In apertura, un brano di Stevie Wonder “Isn’t she lovely“. Il repertorio è stato il più vario, dalla musica italiana a quella internazionale, dal pop, al rock, alle improvvisazioni ritmico vocali ed al freestyle. Fra gli ospiti, un’ex allieva, Sabrina Ponza, si è esibita arricchendo la serata con le sue sonorità fra il jazz ed il blues. La scelta di chiudere con “Il pescatore” di De Andrè è stata l’equivalente del gran finale con una mescolanza di ritmo, coralità e poesia, compendio dell’intero spettacolo.

Inoltre, come negli scorsi anni, il gruppo ha contribuito ad una raccolta fondi in favore dell’Associazione culturale “Lu Trainana”, nata con l’intento di aiutare Caldarola, un paesino delle Marche colpito dal terremoto. Per presentarla, due nostri ragazzi hanno letto delle testimonianze sul lavoro di quest’associazione.

In apertura, il prof. Verza ha osservato: “Abbiamo trovato ragazzi che hanno una predisposizione per la musica ed è bello dar loro un’attenzione particolare”. Ed è proprio vero, anzi si è percepita da tutto il gruppo quella voglia di fare musica insieme. Una passione trascinante che avvolge e coinvolge. Non si può che dire “bravi” a tutti quanti!

Tutto questo ha confermato Maj Rockafranca Talent un’opera meritevole, perché assicura frutti di gioia e voglia di stare insieme a tutti coloro che vi partecipano sia in sala che sul palcoscenico.

Andrea Savio

(Nella foto qui sotto, i due organizzatori, Andrea Verza e Andrea Macchia… un nome e una garanzia… lo posso ben dire anch’io!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *